Il Decapaggio e altri trattamenti nel dettaglio.

Il procedimento di decapaggio e di elettrodecapaggio a ultrasuoni.

Il Decapaggio è un trattamento che si adopera per ripulire a fondo e rendere a nudo le superfici sporche di acciaio inox, ferro, ghisa e alluminio.

Il Decapaggio è una lavorazione utile su materiale ferroso per asportare ruggine e ossido, e donare un aspetto brillante e lucido o, a volte, leggermente bianco opaco, tendente al grigio a seconda della chimica e del procedimento seguito.

Il Decapaggio.

Il metodo funzionale per rendere una superficie di acciaio inossidabile decontaminata e omogenea è per mezzo di una vasca con detergente acido che rimuove il sottile film superficiale levando di conseguenza gli agenti contaminanti depositati in superficie. Un corretto decapaggio in una soluzione senza solfuri e fluoruri consente di ottenere un gradevole aspetto uniforme di colore grigio o bianco, effetto dell’azione chimica di un decapaggio fine e anche ecologico.

Il metodo economico per avere una superficie d’acciaio inossidabile pulita e passivata è per mezzo di una immersione tradizionale in soluzione decapante acida. Il risultato decapante dipenderà da vari fattori quali la concentrazione e il tipo di prodotto, la temperatura e la permanenza nel bagno dei pezzi da trattare. Certi tipi di acciaio inossidabile non sono adatti a immersioni prolungate in soluzioni decapanti forti che sono invece indicate per gli acciai austenitici perché essi sono sensibili all’attacco chimico di prodotti reagenti a basso Ph.

Tipici materiali, soggetti a non sopportare acidi forti sono quelli contenenti zolfo per migliorare la loro lavorazione meccanica e quelli solo cromo o poveri di nickel. Soluzioni decapanti speciali come il nostro ULTRADM3 sono consigliate per il trattamento di questi materiali meno resistenti. In seguito a immersione decapante una superficie inossidabile pulita e senza contaminazioni genererà autonomamente lo strato passivo di ossido di cromo quando viene posta fuori liquido a contatto con l’ossigeno dell’aria; ed è appunto questo strato passivato a conferire al materiale le sue eccellenti caratteristiche di resistenza agli attacchi chimici e alla corrosione ambientale in genere.

E’ possibile ricorrere ad una passivazione chimica per accelerare la formazione di questo strato protettivo. La passivazione non è sempre necessaria ma è consigliata quando le superfici non hanno aereazione, come all’interno di tubi, contenitori ermetici e reattori a ciclo chiuso.

Vasche e prodotti consentono trattamenti chimici di decapaggio e passivazione conformi alle migliori norme ASTM.

Elettrodecapaggio ed elettropassivazione ad ultrasuoni.

elettrodecapaggioUn metodo migliore e certamente più sicuro dei sistemi tradizionali è l’utilizzo di prodotti specifici con l’aiuto degli ultrasuoni, questo metodo è applicato al decapaggio dei metalli come alla protezione con passivazione.
L’elettrodecapaggio ultrasonoro sfrutta le azioni chimiche del detergente, le proprietà meccaniche di spazzolatura profonda e uniforme degli ultrasuoni, l’effetto termico del riscaldamento del liquido presente nelle vasche. La qualità, la precisione e i tempi di esecuzione rendono ottimo l’uso degli ultrasuoni che donano una maggiore uniformità anche negli interstizi e nelle forme geometriche più difficoltose. Gli ultrasuoni permettono sensibili risparmi di tempo e di costi e si possono utilizzare prodotti acidi e detergenti protettivi a base tamponata che presentano una minore aggressività e una formula moderna e più affidabile degli acidi e dei passivanti con formula grezza. 

La passivazione su una superficie elettropulita con gli ultrasuoni non è sempre necessaria grazie all’eccellente formazione di ossido superficiale ma è consigliata.

Il trattamento di decapaggio e passivazione deve necessariamente essere eseguito per immersione in vasche di nostra produzione, anche se esistono tecniche a spruzzo che sono poco interessanti per la difformità di lavorazione e di esito finale. Tale metodologia è sicuramente diffusa quando i componenti sono di grande dimensione o il trattamento viene eseguito in locali piccoli che non permettono l'installazione di nostre macchine. Si può ricorrere alla tecnica a spruzzo che prevede l’aspersione del manufatto con i nostri detergenti acidi biodegradabili quando si desidera evitare paste e gel liquidi oppure l’uso di costose pompe che permettono di trattare grandi superfici con spruzzi in pressione ma sempre con l’ausilio di acidi molto aggressivi.

I risultati finali a spruzzo sono distinguibili dalla finitura ottenuta per immersione in vasca munita di riscaldamento e ultrasuoni perché gli ultrasuoni assicurano una uniformità molecolare superiore, ripetitiva e costante in ogni clclo, controllabile con un comune microscopio elettronico.
Quando solo delle piccole zone devono essere trattate, in prossimità di una saldatura per esempio, si può ricorrere a paste e gel decapanti applicati mediante pennelli ma è molto meglio utilizzare le vasche e gli ultrasuoni se si vuole decontaminare una superficie di acciaio inossidabile priva di ossidi particolarmente tenaci senza ricorrere a prodotti poco biodegradabili. In questo modo si consente la rimozione completa senza però alterare in modo marcato la colorazione della superficie trattata, inoltre è la macchina nella vasca interna che compie tutto il lavoro senza necessità di pennelli e intervento degli addetti.

La Ultrasuoni I.E. può fornirvi un'ampia scelta di impianti, prodotti ed attrezzature per effettuare queste lavorazioni in automatico, inoltre è a vostra disposizione presso la clientela che gestisce un servizio conto terzi una gamma completa di macchine in grado di soddisfare immediatamente le vostre esigenze produttive per il decapaggio e la passivazione con metodi moderni e cicli di lavoro sicuri e di ottimo risultato.

Passivazione e Brillantatura.

Diversi trattamenti delle superfici metalliche richiedono fasi speciali di asportazione dell'ossidazione superficiale provocato da sporcizia, aria acqua e lubrificanti.

In alcuni casi la scelta più adatta è il decapaggio per passivazione mentre in altri si sceglie la brillantatura. Nella galvanica grezza i metodi di passivazione, sgrassaggio e decapaggio dell'acciaio inossidabile seguono una linea tradizionale di lavorazione con vasche in plastica e prodotti base non formulati e non particolarmente elaborati.

La ns. azienda ha venduto molti sistemi ultrasonori ai produttori della Galvanica industriale e della Galvanica per i metalli nobili, queste esperienze hanno permesso lo studio di nuove tecnologie e ciclo di trattamento moderni e più efficienti.

La passivazione ad ultrasuoni è la scelta migliore per decapare, sgrassare e proteggere metalli ferrosi e ghise, mentre la brillantatura ultrasonora è consigliata per ottenere uno sbiancamento molto profondo oppure un effetto brillante della superficie.

Per trattamenti particolarmente complessi i nostri procedimenti sono:

Ogni lavatrice ha un proprio moduli e vasche opzionali per eseguire i più impegnativi trattamenti di decapaggio, elettrodecapaggio, passivazione e brillantatura con sistema elettronico.

Le dimensioni di serie sono le seguenti.

Tipo di macchina ad ultrasuoni Capacità in litri
Serie digital pulsatron 23,556.510,51925355080100200   
Serie A 6101318365680100120150220250   
Serie AC 6101318365680100120150220250300350440
Modelli VS701503507001.0002.0004.0006.0008.00010.00020.000    
Modelli SOLVE-DU 701503507001.000          
Modelli V 3050701001201503303504005006207508501.200 

Per il decapaggio consigliamo la nostra serie di detergenti ULTRADM3, V21, V22 e V23, per la passivazione i detergenti V24-PAX e V29-NEUTRAL.

Applicazioni e settori che utilizzano con successo le ns. tecnologie elettroniche.